collision

news

eFM è WINNER 2017 DEL BIM&DIGITAL AWARD 2017 - EDILIZIA DI GRANDE DIMENSIONE

Italiano
Facebook Twitter LinkedIn Email
24-Ott-2017

eFM è WINNER 2017 DEL BIM&DIGITAL AWARD 2017 - EDILIZIA DI GRANDE DIMENSIONE

“Per l’esemplare integrazione tra gli strumenti d’implementazione BIM e i sistemi di gestione del patrimonio immobiliare”.


La giuria - presieduta da Stefano Della Torre (BuildingSmart Italia) - ha scelto eFM come vincitrice del BIM&DIGITAL Award 2017 per la categoria edilizia di grande dimensione "per l’esemplare integrazione tra gli strumenti d’implementazione BIM e i sistemi di gestione del patrimonio immobiliare".

Il progetto premiato ha per oggetto: “La gestione del Lifecycle di un complesso immobiliare a destinazione uffici – dalla definizione delle specifiche di implementazione BIM all’integrazione con i sistemi di gestione del patrimonio” commissionato da BNP Paribas REIM, in qualità di gestore del fondo di investimento immobiliare “U-Turn” e ha previsto l’utilizzo del BIM nella realizzazione dell’Europarco di Roma: un complesso composto da 2 immobili a destinazione uffici per circa 60.000mq di SLP.

La giuria ha colto una forte componente innovativa nel fatto che sia stato implementato il BIM come processo e come strumentazione a partire dalla fase esecutiva, con l’obiettivo di gestire l’intero ciclo di vita dei building fino ad arrivare alla fase di gestione, garantendo così la continuità e la congruità della base conoscitiva nel tempo.

La committenza ha deciso di ricorrere al BIM per raggiungere obiettivi molteplici:

  • Analisi delle interferenze tra le discipline di progetto;
  • Simulazioni sui costi di gestione dell’opera per la predisposizione dei capitolati di servizio;
  • Aggiornamento del modello in fase di cantiere, per ottimizzare la fase di consegna dell’opera e garantire l’attivazione in “tempo 0” dei servizi di gestione (manutenzione, compliance normativa);
  • Integrazione del modello dell’opera con i tool gestionali (IWMS) esistenti.

I modelli degli immobili sono stati integrati con i tool di gestione per effettuare una previsione anche dei futuri costi di conduzione dei building, con particolare attenzione alle componenti tecnologiche ed ai piani di manutenzione previsti. Questo ha garantito una migliore conoscenza delle consistenze degli immobili, permettendo di elaborare capitolati di servizio accurati e dettagliati, base per l’attivazione futura di modalità di monitoraggio e controllo dello svolgimento dei servizi.

“E' stato un progetto impegnativo ma estremamente gratificante! Il premio che abbiamo ricevuto è il frutto del lavoro di un team coeso ma anche e soprattutto il riconoscimento ad un'azienda che ogni giorno lavora per realizzare luoghi fisici e digitali dove le persone riescano a migliorare la propria esperienza di vita" - ha dichiarato Daniele Di Fausto, ceo di eFM.

"Il BIM è ormai parte integrante del lavoro di tutti noi, indice che il mercato italiano si sta muovendo finalmente nella giusta direzione. Siamo stati felici di dare il nostro contributo per estendere il suo l'utilizzo anche nella fase di gestione, oltre che in quelle di progettazione e realizzazione, con lo sguardo sempre rivolto all'intero ciclo di vita dell'immobile".

"Non vogliamo interpretare questo riconoscimento come un traguardo, per quanto importante -  conclude Di Fausto - ma come uno stimolo, un punto di partenza verso la prossima innovazione”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Informazioni societarie| copyright© eFM 2018 |Privacy Policy